Tuesday, October 14, 2008

Vojvodina 1 - Agnello a Mikićevo


Sono stata in Serbia con la mia famiglia.
Appena arrivati siamo stati invitati a mangiare l'agnello grigliato al Salaš (casale) dei Anišić a Mikićevo. Mikićevo è un paesino disperso nella piatta Vojvodina del
Nord (distretto di Bačka e municipalità di Subotica) che avrà al massimo 100 abitanti.
Gli Ainišić
sono Bunjevci (piccolo gruppo etnico proveniente dalla Dalmazia e dall'Herzegovina e sono cattolici). La ragione per cui hanno preparato al fuoco uno dei loro 200 agnelli è, da una parte il secondo complenanno del nipotino Miroslav e dall'altra parte (come vuole la tradizione) la messa in posa del tetto di una stalla che stanno costruendo.


Marko il padre di Zdravko, Zdravko e Dule

Jasna e la mamma di Zdravko, Dule, Marko, Zdravko, Bojan e il papà Marko

I nonni sono venuti ad abitare qui, perchè hanno ceduto la casa con le stalle in città (a Subotica) al figlio Zdravko.
Zdravko ha sposato Jasna, una ragazza anche lei Bunjevac, cresciuta a Vienna. Hanno provato a vivere a Vienna...ma a Zdravko non è piaciuta per niente la vita frenetica viennese e il lavoro malpagato da "Gastarbajter" e in più era costretto a vivere dalla famiglia di lei (nei Balcani non è il massimo per un uomo andare a vivere dai suoceri...l'opposto invece va bene). Tornato in Serbia ha avviato la sua fattoria (alleva animali ed è un bravissimo macellaio...vi raccomando le sue salsiccie!) e qui insieme a Jasna ed il piccolo Miroslav vive tranquillamente.

Ecco qualche foto dell bellissimo pomeriggio passato insieme:

Mio figlio e io curiosiamo un po' nelle stalle delle pecore

Ecco un tavolo improvisato in giardino con bevande,
pane freschissimo ed il posto per....


.... l'agnello (preparato solo con un po' di sale e basta!)
GUSTOSISSIMO!!!!

Marko e Neil

Il fratellino di Zdravko che si chiama Marko, come hobby alleva piccioni,

ne ha 16 e questo è uno dei più grandi.

Oltre alla famiglia e gli amici, dai casali intorno continuava ad'arrivare gente. Qui se uno vede che si fa il "rostilj" (la grigliata) automaticamente arriva a vedere e festeggiare.



13 comments:

Anonymous said...

ehi.. forte..
vado a cena con gli amici preoccupatissima e torno e trovo tutto a posto !!!
e che bel post francy...
mi viene voglia di fare qualcosa allo spiedo..
marito o i due gatti ???

Sajkaca said...

Ti posso subito prestare lo spiedo...e la sega (della foto!)!

;-)

Unknown said...

Nakon sto sam pisao gladan sam :)

балканска девојка said...

credo che beppe abbia detto che dopo aver letto gli è venuta fame !!!
comunque.. ragazzi .. una news !!!
non so' se posso parlare o no.. ma questa non me la tengo!
il sindaco di tirana ha visitato il nostro blog !
facendo due conti dovrebbe essere un regalo di skender che si vuol far perdonare per aver esploso il blog..
a me non piace per niente com'è adesso.. ma guai a chi tocca ancora !!!

Sajkaca said...

@beppe: hahaha! Dacicu ti receptu!

Ma il prossimo post vi farà venire ancora di più fame......

vero said...

Che bel racconto, sembra di essere lì anche noi a gustare sapori e profumi...

Skender said...

Mamma mia che GOLAAAA!!!

Anonymous said...

io sto morendo di invidia..
perchè non ho un marito, un fratello,un cugino, uno zio in serbia ?
e perchè i miei amici in serbia non hanno le fattorie ?
ah.. già.. perchè mi confonderebbero con le loro kokoske !!
ah! ah! ah!

Sajkaca said...

@skender e @vero: vedo che la cucina serba piace...ci saranno ancora molte buone cose.....

@lina: potresti barattare la tua casa di campagna per un Salas in Vojvodina...

Riccardo said...

Ma Jasna come si trova a fare il salto da Vienna alla campagna?
mmmh... che fame... mi ricordo le grigliate che facevo in sardegna col porceddu...

Anonymous said...

nel baratto è compreso il martirio ???

Sajkaca said...

@Riccardo: Per Jasna era ovio di non volere rimanere tutta la vita in Occidente.
Credo che si trovi bene li dov'è e va daccordo con la famiglia di lui...e Vienna è a solo 4 ore di machina da Subotica....

E poi ha il marito che fa le migliori salsicce del mondo...non ha da lamentarsi!

Sajkaca said...

@Lina: tu provaci! Secondo me se dici che il martirio è il magiordomo che fa parte della casa..te la prendono cosi e ti danno un bel Salas con Kokoske di Pirot incluse!!!

TRASLOCO

  In foto la statua di Ivan Mestrovic, lo scultore croato che ama lavorare per la Serbia Ci siamo trasferiti in 4 altri siti Uno si chiama  ...